Pneumatico OTR e industriale ricostruito PE.SA GOMME

27 febbraio 2017


Sul mercato professionale dello pneumatico OTR (Off The Road), industriale ecc., si trovano sia pneumatici nuovi sia ricostruiti. È meglio scegliere uno pneumatico nuovo o uno ricostruito? Quali sono le differenze, in termini di prestazioni, fra uno pneumatico ricostruito e uno nuovo? E in termini di costi?

Per provare a rispondere a queste domande, parliamo con Stefano Santibacci, responsabile commerciale di Pe.Sa Gomme, azienda con sedi a Balanzano (Ponte San Giovanni) e Gubbio (PG). Da 50 anni,Pe.Sa Gomme ricostruisce pneumatici e commercializza pneumatici ricostruiti e non, esportati in tutto il mondo. In particolare,la gamma di specializzazione della Pe.Sa Gomme è la ricostruzione dello pneumatico OTR e industriale, con applicazioni in

  • movimento terra

  • movimentazione industriale

  • trasporto su strada

  • trasporto pubblico.​

Pneumatico ricostruito o nuovo?

La risposta alla domanda non è banale. Soprattutto perché,nell’OTR e nell’industriale (per tutte le dimensioni e applicazioni), lo pneumatico deve garantire sicurezza e affidabilità in ogni condizione di impiego. In altre parole, anche a fronte di un costo inferiore dello pneumatico ricostruito rispetto a quello nuovo, al primo posto vanno considerate le sue performance. Ciò affinché, all’eventuale ottimizzazione dei costi, corrisponda un prodotto adeguato alle esigenze dell’utilizzatore finale.

In base all’esperienza di Pe.Sa Gomme nella ricostruzione e fornitura di pneumatici, Stefano Santibacci afferma che: «Gli pneumatici ricostruiti OTR e industriali dimostrano parametri di sicurezza e affidabilità equivalenti e spesso superiori a quelli nuovi di provenienza asiatica (o usa e getta)». Dunque è possibile affermare che le prestazioni degli pneumatici ricostruiti sono ampiamente soddisfacenti.

La sicurezza certificata dello pneumatico ricostruito

Va sottolineato che le prestazioni degli pneumatici ricostruiti devono essere certificate dai regolamenti ECE ONU 108 e 109. Queste normative sono quelle seguite da Pe.Sa Gomme, che è un Centro di Ricostruzione Autorizzato, oltre che azienda certificata UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001 (dal 2017 Pe.Sa Gomme è anche omologata ECE R. 117 3PMSF, per impiego su neve, per il profilo da autocarro e bus PS-MW GRIP).

Quanto detto dimostra che lo pneumatico ricostruito è equivalente, se non migliore, di uno nuovo. In particolare, nella propria attività di ricostruzione dello pneumatico, Pe.Sa Gomme sfrutta le nuove tecniche automatiche di controllo della carcassa e dello pneumatico finale. Inoltre, sottolinea Stefano Santibacci: «Impieghiamo mescole dedicate alle diverse condizioni di applicazione, che permettono di realizzare un prodotto specifico e sicuro».

Vantaggi economici dello pneumatico ricostruito?

Lo pneumatico ricostruito OTR e per applicazioni industriali lavora come uno pneumatico nuovo. Perché preferirlo a quest’ultimo? Innanzitutto, la scelta di uno pneumatico ricostruito fa bene all’ambiente. Inoltre, in termini economici, la ricostruzione dello pneumatico riduce i costi di produzione e, pertanto, abbatte il prezzo per l’utilizzatore finale.

In altre parole, prolungare la vita utile della carcassa dello pneumatico dà molteplici vantaggi, sia per gli addetti ai lavori sia per tutti gli abitanti dell’ecosistema. E, come conclude Stefano Santibacci: «Il vantaggio per l’utilizzatore finale è cheil prezzo dello pneumatico ricostruito ottimizza il rapporto fra costo e ore di impiego (nel movimento terra) e il rapporto fra costo e chilometri percorsi (nell’industriale e nel trasporto pubblico)».

Luca Cavera


VISITA IL SITO: https://www.aziendainfiera.it/news/s/1303

 

Richiedi informazioni:
Pneumatico OTR e industriale ricostruito PE.SA GOMME


 
security code

Codice di sicurezza:

Privacy* Accetto. Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003.

Newsletter Iscrizione alla Newsletter.